05 aprile 2017
ore 15:00
SCIUSCIÀ 80 di Giuseppe Marrazzo
Proiezione / Retrospettiva Joe Marrazzo / Sala Pasolini
SCIUSCIÀ 80
di Giuseppe Marrazzo (1985, 51’)

Interviste in presa diretta a bambini napoletani dai 5 ai 10 anni che girano per la città in motorino, non vanno a scuola, vivono di piccoli espedienti in mezzo alla strada. Un’inchiesta senza precedenti sul grave fenomeno del lavoro minorile negli anni ’80.


Giuseppe Marrazzo, detto Joe, nato a Nocera Inferiore il 19 marzo 1928, è stato un giornalista italiano, noto per essere l’autore di numerose inchieste su temi sociali, in particolare sulla mafia e sulla camorra. Marrazzo iniziò la sua carriera collaborando col quotidiano Il Mattino. In seguito fu inviato per altri giornali, tra cui Omnibus, Epoca e Tempo illustrato. Nel 1965, passò dalla carta stampata alla televisione: per la RAI produsse inchieste e servizi per i programmi Tv7, Cordialmente, Europa Giovani e AZ. Successivamente lavorò per la rubrica TG2 Dossier, focalizzando i suoi approfondimenti sulle organizzazioni mafiose. Partendo dalle sue inchieste, Marrazzo ha scritto diversi libri, tra cui il più famoso è Il camorrista (pubblicato nel 1984), in cui racconta la vita di Raffaele Cutolo, uno dei boss campani più influenti durante gli anni ’80. Lo scrittore Roberto Saviano ha dichiarato, durante la trasmissione televisiva Blu Notte, di essere debitore verso Marrazzo per parecchi spunti, nella scrittura del suo Gomorra. Da Il camorrista fu tratto nel 1986 l’omonimo film che segnò l’esordio cinematografico alla regia di Giuseppe Tornatore. È il padre dei giornalisti Piero e Gianpiero. Scompare a Roma nel 1985, all’età di 56 anni, a seguito di un’emorragia cerebrale. 
« indietro  |  avanti »
© cinemazero, tutti i diritti riservati - - privacy - Site credits: blendgroup.it