05 aprile 2017
ore 20:45
INAUGURAZIONE DE LE VOCI DELL’INCHIESTA 2017
Proiezione / Incontro / Cinemazero
"SENZA PERDERE LA TENEREZZA"
SERATA OMAGGIO IN RICORDO DI GIUSEPPE - JOE - MARRAZZO


Giuseppe - detto Joe - Marrazzo (1928-1985) ha iniziato la carriera collaborando col quotidiano Il Mattino, per poi diventare inviato per altri giornali, tra cui Omnibus, Epoca e Tempo illustrato. Nel 1965 passa dalla carta stampata alla televisione: per la Rai produce inchieste e servizi per i programmi Tv7, Cordialmente, Europa Giovani e AZ, poi per TG2 Dossier. Dal suo romanzo “Il camorrista” Giuseppe Tornatore ha tratto il film omonimo, suo esordio cinematografico. È stato uno dei più grandi giornalisti italiani: a lui si devono inchieste memorabili, in particolare per la Tv, nelle quali con passione, precisione, rispetto, dolcezza ha saputo trattare temi sociali delicatissimi, come la criminalità minorile, la diffusione della droga, la corruzione capillare, l’“ombra lunga” della camorra, cosa che gli è costata varie minacce di morte. Il suo particolare modo di intervistare, capace di “far parlare chiunque”, lo stile di regia e montaggio dei suoi pezzi, ha rappresentato un modello per tutte le generazioni di giornalisti d’inchiesta a lui successivi, rimanendo tutt’ora inimitabile per forza ed equilibrio. La sua è stata una vita da vero uomo dell’informazione, sempre al servizio di chi lo ascoltava e lo leggeva. Chiunque fa inchiesta oggi in Italia gli è debitore.

Nel corso della serata verranno proiettati eccezionali MATERIALI AUDIOVISIVI D'ARCHIVIO DI GIUSEPPE – JOE - MARRAZZO, selezionati fra i suoi capolavori d'inchiesta (Camorra, Eroina Spa, Gli intoccabili di Taurianova, Fatica nera, Sciuscià 80...)


INTERVENGONO

Sandro Ruotolo, nato a Napoli nel 1955, inizia l'attività giornalistica nel 1974 per il quotidiano il manifesto. Nel 1980 entra alla RAI come corrispondente da Napoli per il TG2 e per il GR1. Nel 1991 lavora per il TG3. Nel 1988 inizia un'ininterrotta collaborazione con Michele Santoro. Collabora a diversi programmi televisivi: Samarcanda, Il rosso e il nero, Tempo reale, Moby Dick, Circus, Il raggio verde, Sciuscià, Annozero. Alla scadenza del suo contratto con la RAI, segue Michele Santoro e partecipa al programma Servizio pubblico. Nel maggio del 2015 viene messo sotto scorta dopo aver ricevuto minacce da Michele Zagaria, boss dei Casalesi, a causa delle sue inchieste sul traffico di rifiuti tossici in Campania.

Maurizio Braucci, nato nel 1966, vive a Napoli ed è uno scrittore. Il mare guasto, 1999, è la sua prima opera di narrativa. Pubblica successivamente Una barca di uomini perfetti, 2004. Collabora con il mensile Lo Straniero e con la redazione napoletana del quotidiano La Repubblica. Lavora come autore e montatore di documentari video e promuove progetti socio culturali per adolescenti. Esordisce al cinema con la sceneggiatura di Gomorra di Matteo Garrone, vincitore del David di Donatello e dell’European Film Award. Seguono, tra gli altri film, Reality ancora di Garrone, L’innocenza di Clara di Toni D’Angelo e L’intervallo di Leonardo Di Costanzo.

Piero Marrazzo , figlio del giornalista Giuseppe Marrazzo, si è laureato in giurisprudenza e poco dopo è entrato in RAI, dove per vent’anni ha lavorato come conduttore  inviato del Tg2, poi come responsabile della testata regionale della Toscana e poi, chiamato da Giovanni Minoli, Cronaca in diretta, agli speciali Format e al programma Drug Stories. Nel 2002 vince la sezione giornalismo, dedicata ad Antonio Ravel, del Premio Cimitile. Dall’ottobre 1998 al 2004 ha condotto Mi manda Raitre. È stato presidente della Regione Lazio dal 2005 al 2009. È corrispondente della RAI da Gerusalemme.

Giampiero Marrazzo, figlio di Giuseppe Marrazzo, è giornalista. Dal 2011 al 2013 è stato direttore responsabile del quotidiano Avanti!, e dal luglio del 2014 ha fondato ed è direttore responsabile del quotidiano digitale Futuro Quotidiano. Nel 2010 ha scritto insieme a Gianluca Cerasola Sopra e sotto il tavolo. Cosa accadde quella notte nei cieli di Ustica. Piero Marrazzo figlio del giornalista Giuseppe Marrazzo, si è laureato in giurisprudenza e poco dopo è entrato in RAI, dove per vent’anni ha lavorato come come conduttore e inviato del Tg2, poi come responsabile della testata regionale della Toscana e poi, chiamato da Giovanni Minoli, alla Cronaca in diretta, agli speciali Format e programma Drug Stories. Nel 2002 vince la sezione giornalismo, dedicata ad Antonio Ravel, del Premio Cimitile. Dall'ottobre 1998 al 2004 ha condotto Mi manda Raitre. Inoltre è stato presidente della Regione Lazio dal 2005 al 2009.

 

Con un intervento in video di Giuseppe Tornatore

Conduce Marinella Chirico (giornalista RAI)
« indietro  |  avanti »
© cinemazero, tutti i diritti riservati - - privacy - Site credits: blendgroup.it